Acquacoltura sostenibile
Il programma di certificazione sostenibile Friend of the Sea per l’allevamento itticofornisce uno strumento di sviluppo dell’acquacoltura nel rispetto dell’ambiente marino.

Entro il 2050 la popolazione mondiale raggiungerà i 9,1 miliardi, 34% in più rispetto a oggi. Per poter ovviare ai fabbisogni alimentari una popolazione così ingente, la produzione alimentare deve aumentare del 70%.
L’acquacoltura rappresenta oggi oltre il 50% della produzione di pesce destinato al consumo umano (FAO 2016).

Con l’aumento della popolazione e il calo della produttività della pesca naturale, è facilmente prevedibile che l’acquacoltura svolgerà un ruolo sempre più importante per soddisfare le esigenze future.

Tuttavia, vi sono importanti problematiche ambientali legate alla piscicoltura, tra cui la distruzione degli habitat, l’inquinamento organico e chimico degli ecosistemi acquatici e bentonici vicini, la trasmissione di malattie e parassiti alle popolazioni selvatiche.

Lo Standard

Friend of the Sea ha implementato uno standard di certificazione per l’acquacoltura volto a minimizzare gli effetti negativi delle operazioni di tale pratica, fornendo uno strumento per lo sviluppo del settore ittico nel rispetto dell’ambiente marino e preservando le risorse naturali per il futuro.

I criteri di Friend of the Sea per un’acquacoltura sostenibile richiedono:

Friend of the Sea Sustainable Aquaculture Certification


Documenti tecnici

Aderisci

Vuoi ricevere un preventivo per l’audit di Friend of the Sea e le royalty per utilizzare il nostro logo?
Compila il Formulario informativo preliminare (PIF) sull’acquacoltura sostenibile certificata: