Acquari Pubblici

Gli acquari pubblici sono strutture che contengono prevalentemente animali acquatici. Dal 1990 sono stati aperti oltre 100 acquari pubblici e il loro numero continua ad aumentare ogni anno. Questa espansione riflette l’entusiasmo del pubblico, sempre più sensibile alla conservazione e alla sostenibilità.

Con lo sviluppo degli acquari pubblici, nasce la necessità di una politica corretta volta al miglioramento del benessere degli animali. Gli animali giusti e le tecniche consone rappresentano il miglior mezzo per promuovere tra la popolazione atteggiamenti e comportamenti all’insegna della sostenibilità.

Le opportunità formative di queste strutture possono ispirare le persone ad assumere un atteggiamento più rispettoso nei confronti dell’ambiente e a conoscere il reale stato del nostro ecosistema acquatico. Questi impianti arrivano ogni anno a superare i 150 milioni di visitatori, sottolineando l’importanza di credenziali sostenibili.

Lo Standard

I criteri Friend of the Sea per gli acquari sostenibili richiedono:

  • garanzia dell'implementazione dei principi della politica ambientale;
  • abolizione della cattività di uccelli, mammiferi e rettili;
  • personale qualificato in merito alla tutela degli animali;
  • che l’acquario fornisca informazioni scientifiche su ciascun espositore;
  • gestione dei rifiuti e dell’energia;
  • Responsabilità sociale.

Commercio dei pesci ornamentali

Il commercio dei pesci ornamentali fa riferimento alle specie marine tropicali tenute in acquari domestici e pubblici. Oltre 2 miliardi di pesci ornamentali vivi vengono spostati ogni anno in tutto il mondo, compresi coralli, crostacei, molluschi, piante acquatiche e rocce vive.

Se gestito in modo sostenibile, questo genere di commercio può sostenere posti di lavoro in comunità costiere a basso reddito, prevalentemente rurali, procurando forti incentivi economici per la conservazione della barriera corallina in regioni con scarse possibilità di reddito.

Tuttavia, il commercio delle specie ornamentali per gli acquari può esercitare un forte impatto negativo su questi ecosistemi, sovra-sfruttando alcune specie e danneggiando la barriera corallina.

Per questo motivo Friend of the Sea ha sviluppato un programma di certificazione per la raccolta e l’allevamento sostenibile delle specie ornamentali.

Lo Standard

Lo standard per pesci ornamentali Friend of the Sea, che include un audit della tracciabilità (Catena di custodia), aiuta a proteggere e a salvaguardare l’ambiente naturale.

I criteri Friend of the Sea per i pesci ornamentali sostenibili richiedono::

  • metodi di raccolta non distruttivi;
  • raccolta selettiva;
  • rispetto di tutti i requisiti della Convenzione sul commercio internazionale delle specie in pericolo;
  • nessuna specie di raccolta iscritta nella lista rossa IUCN
  • piani di gestione sostenibile della barriera corallina, tra cui il ripristino dei coralli;
  • formazione e coinvolgimento attivo delle comunità.
La Walt Smith International, con sede nelle Fiji, è stata la prima azienda a ottenere la certificazione Friend of the Sea per la produzione sostenibile dei pesci ornamentali.

Aderisci

Vuoi ricevere un preventivo per l’audit di Friend of the Sea e le royalty per utilizzare il nostro logo?
Compila il Modulo informativo preliminare (PIF):

  • Tutte le informazioni saranno trattate in modo strettamente confidenziale e NON implicano alcun impegno da parte della vostra azienda.
  • La certificazione di Friend of the Sea è volontaria e NON obbligatoria per accedere ai mercati.
  • La procedura di candidatura NON è discriminatoria in termini di dimensioni, scala, gestione e numero minimo di operatori.
  • Friend of the Sea è una ONG e si impegna a rendere la partecipazione agli audit accessibile a tutte le aziende.
  • Per maggiori informazioni sui finanziamenti statali eventualmente disponibili nel tuo Paese per le certificazioni di sostenibilità, scrivi a: info@friendofthesea.org